Agriturismo Il sole Verde - Toscana - Italy
it | en | de - Mobile Version

Guido ed il Sole Verde

Io, che non ho mai smesso di amare il luogo dove ho passato l’infanzia e la giovinezza, dopo aver vissuto 35 anni in citt e aver lavorato per 29 anni in un Istituto Bancario, per varie ragioni ho deciso, appoggiato da mia moglie Angela (insegnante) e chiedendo un sacrificio a mio figlio Francesco diciottenne, di ritornare a vivere in campagna e ristrutturare l’azienda ormai in decadenza. Il 1/1/1998 inizia la nuova avventura. La casa personale era gi ristrutturata , pertanto tutti gli sforzi erano diretti a dare inizio ai lavori per mettere in moto la nuova attivit.
Primo obbiettivo coltivare i terreni e i vigneti esistenti nel migliore dei modi, e qui ebbi la fortuna di conoscere due persone speciali che mi hanno insegnato e aiutato per diversi anni: Piero e Armando.
Secondo obbiettivo era creare un agriturismo e quindi per prima cosa trovare un nome gradevole e che rimanesse nella memoria dei turisti. Una sera a cena insieme ad ex colleghi che intendevano salutarmi qualcuno mi sugger “Sole Verde” che io trasformai in “Il Sole Verde” adatto per l’azienda agricola e per l’agriturismo.
In 24 mesi,grazie all’aiuto fattivo di Angela fu allestito l’Agriturismo che ebbe il suo primo cliente, il Sig. Roberto, in Aprile 1999. Dopodich il pieno regime si raggiunse nel 2000. Da allora sono stati fatti continui miglioramenti sempre suggeriti dalla fantasia di Angela, sensibilissima alle esigenze degli ospiti, e alla mia operosit. Nel frattempo Francesco si adoperava in ufficio mentre Agnese, la sua ragazza, teneva le pubbliche relazioni in lingua tedesca. Veramente importante anche il lavoro dei miei suoceri che ci sollevavano da tanti lavori per la manutenzione e l’abbellimento dell’ambiente. Preziosa la saggezza e l’ottimismo di mio suocero Antonio che mi ha sempre incoraggiato ad andare avanti.
Una volta a posto l’agriturismo, ho provveduto a migliorare la parte agricola reimpiantando nuovi vigneti , costruendone uno di nuovo, acquistando 500 piante di olivi da mia sorella.
Un ultima parola per dire ci che per me , anzi per noi, (compreso la nuova arrivata Emma) significa accoglienza: Accoglienza essere sempre pronti a ricevere i nostri ospiti facendoli sentire “a casa“, assisterli in ogni loro necessit, godendo con discrezione, davanti ad un calice di vino, della loro compagnia. Abbiamo ospitato tantissime persone e possiamo dire di avere molti nuoviamici a cui vogliamo bene.
A conclusione di questa breve storia vorrei ricordare l’importante presenza di due cani, Orso e Lassy che sono Stati per anni nostri discreti e fedeli amici ,e che hanno sempre catalizzato l’attenzione degli ospiti arrivati poi da tutta Europa, ed ora sostituiti dal nostro Ercole “the gardian”.

Un’avventura iniziata all’et di 51 anni che consiglio a tutti coloro che hanno una campagna,una passione ed una famiglia come la mia.

Guido